Cicloturismo e gemellaggi: ventuno francesi di Bergerac alla scoperta di Faenza e dintorni su due ruote

Sono ventuno i cittadini della gemellata città di Bergerac in visita nella Romagna faentina dal 18 al 24 giugno e per quindici di loro gli spostamenti da una città all’altra saranno totalmente green. Il turismo in Romagna oggi si fa sulle due ruote. Una nuova modalità per scoprire le bellezze del territorio intorno a Faenza che coniuga cultura, spazi aperti e scoperta delle tradizioni locali. 

Il viaggio è stato organizzato dall’Associazione per i Gemellaggi di Bergerac e dall’Associazione cicloturismo di Bergerac, in collaborazione con l’Associazione per i Gemellaggi con il Comune di Faenza.

I gemelli francesi saranno ospiti a Fognano presso l’Istituto Emiliani e da lì partiranno giornalmente per le loro escursioni, seguendo circuiti ciclistici ad hoc, accompagnati dalla Società cicloturistica AVIS di Faenza.

Lunedì 18 giugno il circuito n.1 prevede una visita di Ravenna, con tappa alla Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, Sant’Apollinare e il Battistero Neoniano. Al rientro, visita alla Villa Romana di Russi risalente al I secolo a.C. e abitata fino alla metà del IV secolo d.C., con incantevole architettura e pavimentazione a mosaico. 

Martedì 19 giugno, visita del borgo medievale di Brisighella (circuito n. 2) con la sua Torre dell’Orologio, la Chiesa di San Giovanni e tappa intermedia al Parco Regionale della Vena del Gesso. Nel pomeriggio, visita di Imola e Dozza, alla scoperta delle pitture murarie, delle sue colline e all’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna.

Si sale poi verso la Valle del Gesso il 20 giugno, con visita a Riolo Terme (circuito n. 3). Alle ore 12.00 ricevimento ufficiale presso la Residenza Municipale di Faenza, alla presenza del sindaco Giovanni Malpezzi e dell’assessora Simona Sangiorgi. Giovedì 21 giugno visita a Modigliana (circuito n. 4) e il 22 giugno tutti a Forlì (circuito 5) in visita ai Musei S. Domenico, per concludere poi la giornata a Cervia alla scoperta del Museo del Sale e della 46esima edizione di Maggio in Fiore e dei Giardini di Cervia

Sabato e domenica saranno invece due giornate dedicate alla scoperta del Niballo Palio di Faenza, tra visite rionali, cena propiziatoria e la giornata clou del 24 giugno: prima il gruppo assisterà al Corteo storico che sfilerà da piazza del Popolo a partire dalle ore 16.00, per essere poi catapultato nelle epoche storiche della giostra che si terrà allo Stadio Bruno Neri alle ore 18.00. Quale migliore occasione per trasmettere l’emozione di un evento autentico della nostra Faenza anche ai gemelli d’oltralpe, sicuri che porteranno a casa con loro un po’ della città manfreda e delle sue secolari tradizioni.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *