Sulle note del Concerto per l’Amicizia per il 50° del Premio Europa

Si è tenuto sabato 5 maggio presso il Teatro Masini di Faenza il Concerto per l’Amicizia per il 50° del Premio Europa, un concerto all’insegna dell’amicizia tra i popoli in occasione del Premio Europa conferito 50 anni fa alla città di Faenza.

Hanno introdotto l’evento il Sindaco Giovanni Malpezzi, l’assessora ai Gemellaggi Simona Sangiorgi e il Direttore della scuola di musica di Schwaebisch Gmuend Friedemann Gramm. Il Sindaco Malpezzi ricorda che la finalità dei padri fondatori dell’Unione Europea fu quella di costruire una pace duratura nel nostro continente, e la musica è sicuramente un linguaggio importante per costruire ponti, connettere popoli e culture. Questo è un anno molto importante per la città di Faenza perché ricorda quando 50 anni fa la città ricevette il Premio Europa, per aver da subito creduto e collaborato al progetto europeo. L’Europa si costruisce non solo nelle istituzioni ma anche tra le persone, attraverso associazioni quali l’Associazione dei Gemellaggi e le scuole, per costruire sempre occasioni per promuovere l’Europa. Un ringraziamento speciale del Sindaco va alla Scuola di Musica della città di Schwaebisch Gmuend, alla Scuola Musica Sarti di Faenza, all’International Children’s Music Laboratory, alla città di Bergerac, presente con una delegazione di 45 cittadini,  con la quale si festeggiano questo anno 20 anni di amicizia e di gemellaggio, all’Università per gli adulti di Faenza, ed alla Regione Emilia Romagna che ha supportato l’iniziativa.

E’ poi il turno dei ringraziamenti di Friedemann Gramm, che esprime la sua gioia per la collaborazione sempre più stretta  tra la loro Scuola di Musica e la nostra Scuola Sarti, che ringrazia per l’opportunità offerta da questo evento, a cui la città tedesca partecipa con la  Kurorchestra, tutti musicisti ‘seniores’ simbolo della vitalità e importanza della musica durante il corso di tutte le stagioni della vita. Proprio nella giornata di sabato uno dei suoi componenti compiva 84 anni, ed è stata l’occasione per Heide Wilm, referente per Schwaebisch Gmuend dell’Associazione Gemellaggi e attivissima collaboratrice, di fare calorosi auguri al festeggiato!

In sala sono presenti 80 bambini che partecipano al progetto Music Bridge, un workshop internazionale del metodo Children’s Music Laboratory organizzato dalla Scuola di Musica Sarti, della durata di 3 giorni: al concerto hanno  partecipato accompagnando  le note di Wolfgang Amadeus Mozart in “Twinlke, twinlke little star e variazioni” con gestualità e cantando parte del testo in tedesco, italiano e francese, a simboleggiare l’unione e la mescolanza dei nostri tre paesi,  mentre le bandiere dell’Italia, della Germania e della Francia svettavano sul palco, assieme alla bandiera dell’Unione Europea. Uniti non solo nelle istituzioni, ma anche nella musica.

Più volte la sala ha accompagnato le esibizioni della Kurorchestra e del Coro Lirico Città di Faenza battendo le mani al ritmo della musica. Tra gli altri brani, la Kurorchestra accompagnata dal Coro Lirico Città di Faenza ha suonato “O Sole mio” e l'”Inno alla Gioia” di Ludwig Van Beethoven a conclusione del concerto.

Erika Benedetti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *